Crisi, Monti: risanamento a rischio se Ue concede aumenti deficit

giovedì 28 febbraio 2013 11:15
 

BRUXELLES (Reuters) - La credibilità delle politiche di risanamento può essere minata se alcuni Stati membri chiedono e ottengono revisioni al rialzo degli obiettivi di indebitamento.

Lo ha detto il presidente del Consiglio uscente, Mario Monti, aggiungendo che l'Italia non ha chiesto sconti all'impegno di raggiungere con un anno di anticipo, dal 2014 al 2013, il pareggio strutturale di bilancio.

"Io non do la colpa a nessuno, né a livello comunitario né a livello nazionale, ma la credibilità di una tale politica può soffrire se altri paesi chiedono rinvii e li ottengono", ha detto Monti nel corso di una conferenza a Bruxelles.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il premier uscente Mario Monti. REUTERS/Max Rossi