27 febbraio 2013 / 10:09 / tra 5 anni

Ultima udienza di Papa Benedetto XVI: "Non abbandono la croce"

Papa Benedetto XVI saluta la folla nel corso dell'ultima udienza generale del suo pontificato. REUTERS/Max Rossi

CITTA’ DEL VATICANO (Reuters) - “Non abbandono la Croce”. E’ il messaggio di Papa Benedetto XVI ai fedeli in occasione della sua ultima udienza generale, in cui ha sottolineato che il suo pontificato è stato contrassegnato da momenti difficili.

“Non abbandono la Croce, ma resto in modo nuovo presso il Signore Crocifisso (...) la mia decisione non è un ritorno alla vita privata, fatta di conferenze e viaggi”, ha sottolineato.

In un discorso di un quarto d‘ora in una piazza San Pietro gremita di fedeli, Papa Ratzinger ha poi espresso “grande fiducia” nel futuro della Chiesa.

“MOMENTI NON FACILI”

“La Chiesa ha vissuto giorni felici, ma anche momenti non facili, nei quali mi sono sentito come San Pietro in barca con i pescatori”, ha spiegato Papa Ratzinger, il cui pontificato è stato contrassegnato da una serie di scandali.

“Il Signore sembrava dormire, ma ho sempre saputo che in quella barca c‘era. E ho sempre saputo che la barca della Chiesa non è mia, non è nostra, ma è sua, e il Signore non la lascia affondare”.

Benedetto XVI, che dalle 20 di domani sarà “Papa emerito”, ha detto di non essersi “mai sentito solo nel portare la gioia e il peso del ministero petrino”.

“SCELTA SOFFERTA PER BENE CHIESA”

“In questi ultimi mesi ho sentito che le mie forze erano diminuite, e ho chiesto a Dio di farmi prendere la decisione più giusta non per me, ma per la sua Chiesa”, ha spiegato Ratzinger.

“Ho fatto questa scelta sofferta per amore della Chiesa, avendo sempre davanti il suo bene e non il mio”.

Ricordando l‘elezione al soglio pontificio il 19 aprile del 2005, Papa Ratzinger ha ricordato che “in quel momento le mie parole sono state ‘Signore perché mi chiedi questo? E’ un peso grande che mi metti sulle spalle ma se tu me lo chiedi accetto, sicuro che tu mi aiuterai anche con tutte le mie debolezze’”.

L‘ABBRACCIO DEI FEDELI

“Il Signore mi ha messo accanto tante persone che mi hanno aiutato e mi sono state vicine”, ha detto Benedetto XVI, che ha ringraziato i fedeli dicendosi “sicuro nell‘abbraccio della vostra comunione”.

Ha poi invitato ad affidarsi “come bambini nelle braccia di Dio certi che quelle braccia ci sostengono”.

E’ la prima volta che si verifica una rinuncia al pontificato da Celestino V, alla fine del ‘200.

Prima di parlare ai fedeli il Papa ha fatto un giro sul sagrato con la papamobile, fermandosi a baciare alcuni bambini.

Tanti gli striscioni portati dai fedeli giunti in Vaticano per l‘ultima udienza: “Siamo tutti dalla tua parte” e “Grazie Santo Padre” sono alcune delle scritte.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below