Voto, Casini: nostra proposta non è piaciuta, prematuro pensare accordo con Bersani

lunedì 25 febbraio 2013 19:05
 

ROMA (Reuters) - Il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini ammette che la proposta dei centristi di Monti non è piaciuta agli elettori.

"Nella vita si vince e si perde. Il risultato certamente poteva essere migliore, ma gli elettori hanno sempre ragione. Forse abbiamo sbagliato noi", ha detto Casini a TgCom24, mentre proiezioni e dati parziali del Viminale danno i centristi del premier uscente Mario Monti poco sopra l'8% al Senato.

"Si vede che [gli elettori] hanno pensato che la nostra proposta non fosse valida", ha aggiunto Casini.

"Non ho recriminazioni da fare. Sapevamo, per quanto riguarda l'Udc, che era una donazione di sangue [a favore di Monti], ma ne eravamo convinti. Penso sia stato giusto così, al di là del risultato".

Riguardo al successo registrato dal Movimento 5 Stelle, che risulta il secondo partito sia alla Camera che al Senato, Casini si augura che "la grande ondata di entusiasmo per Grillo non vada delusa. Auguro loro di fare bene".

Circa un possibile accordo con il centrosinistra, in bilico al Senato, il leader dell'Udc spiega: "Mi sembra che sia tutto troppo prematuro. Siamo persone serie, anzi mi viene il dubbio: forse troppo serie".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Pier Ferdinando Casini in una immagine di archivio. REUTERS/Tony Gentile