Italia al voto sotto gli occhi dell'Europa, affluenza in calo

domenica 24 febbraio 2013 18:08
 

* Alle 12 ha votato il 15% contro il 16,5% del 2008

* Fino alla scorsa settimana un elettore su tre incerto

* Atteso boom movimento Beppe Grillo

* Governo debole potrebbe destabilizzare euro

di Stefano Bernabei

ROMA (Reuters) - Oltre 50 milioni di italiani stanno decidendo quale governo uscirà dalle urne e che forza avrà, in elezioni politiche tra le meno prevedibili di sempre e osservate con attenzione in Europa per i riflessi che potranno avere sull'intera area.

Fino alla settimana scorsa si dichiarava indeciso un elettore su tre e voteranno per la prima volta, in un Paese in cui il tasso di disoccupazione tra i 15 e 24 anni è del 36,6%, tre milioni di neo diciottenni.

Da questa mattina alle 8.00 e fino alle 22.00 le urne sono aperte e riapriranno domani dalle 7.00 alle 15.00 quando inizieranno i primi instant poll relativi al voto per il Senato, per la Camera e anche per Lombardia, Lazio e Molise dove si sta votando per il rinnovo dei consigli regionali.

Alle 12.00 si era recato alle urne poco meno del 15% degli aventi diritto, in flessione rispetto al 16,5% del 2008, quando il tempo era stato più clemente: in molte parti d'Italia piove e in alcune regioni sta nevicando.   Continua...

 
Un uomo inserisce una scheda elettorale nell'urna a Roma, 24 febbario 2013. REUTERS/Yara Nardi