Germania, Chiesa cattolica consente pillola giorno dopo in casi stupro

giovedì 21 febbraio 2013 17:55
 

BERLINO (Reuters) - La Chiesa cattolica tedesca ha annunciato oggi di aver deciso di permettere l'uso di alcuni tipi di pillola del giorno dopo per le donne vittime di stupro, dopo le critiche a due ospedali cattolici che hanno rifiutato di curare una donna violentata.

La Conferenza episcopale tedesca ha detto che gli ospedali cattolici potranno ora assicurare adeguata cura psicologica e medica alle vittime di stupro, compresa la somministrazione di pillole che evitino la gravidanza senza indurre all'aborto.

L'arcivescovo Robert Zollitsch ha spiegato che le cure "possono includere medicinali che abbiano un effetto preventivo e non abortivo", precisando che "metodi farmaceutici o medici che inducano alla morte dell'embrione non possono essere usati".

Ciò significa dunque che non ci sono modifiche al divieto della Chiesa cattolica della cosiddetta pillola RU-486, che induce l'interruzione di gravidanza.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Suore in piazza San Pietro. REUTERS/Kevin Coombs