Napolitano conferma suo no a ricandidatura a Quirinale

giovedì 21 febbraio 2013 14:31
 

ROMA (Reuters) - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il cui mandatato scadrà il prossimo maggio, ha ribadito di "non ritenere ipotizzabile una riproposizione del suo nome" per un nuovo settenato al Quirinale.

Lo dice una nota della presidenza della Repubblica, il giorno dopo che il premier uscente Mario Monti ha detto che il suo candidato ideale per il Quirinale è Napolitano.

Il presidente "apprezza e ringrazia, nel loro significato di espressione di fiducia nei suoi confronti, dichiarazioni di varie personalità a favore di una sua eventuale ricandidatura. Ma al Parlamento in seduta comune con i rappresentanti delle Regioni spetterà eleggere un nuovo presidente della Repubblica, e rispetto a ciò ogni ipotesi appare oggi prematura", prosegue la nota.

"Dal canto suo, il presidente Napolitano non può che confermare le posizioni già espresse nel modo più limpido e netto", conclude la nota.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano alla Casa Bianca, Washington 15 febbraio 2013. REUTERS/Jonathan Ernst