Derivati, C.Conti Lazio avvia indagine su contratti Comune Roma

mercoledì 20 febbraio 2013 16:46
 

ROMA (Reuters) - La Corte dei Conti del Lazio ha avviato un'indagine su contratti derivati sottoscritti negli scorsi anni dal Comune di Roma.

Lo ha detto oggi il procuratore generale del Lazio Raffaele De Dominicis durante una conferenza stampa.

"C'è un'inchiesta sui derivati del Comune di Roma, ma si tratta di contratti di vecchia data, nodi venuti al pettine adesso. L'istruttoria è in corso, ancora non c'è la decisione conclusionale del pm", ha detto il magistrato.

De Dominicis ha detto anche che "le modalità di accesso ai contratti derivati da parte degli enti locali, come ci ricorda la giurisprudenza della Corte costituzionale, devono essere accompagnate da cautele in grado di prevenire l'accollo da parte di enti pubblici di oneri impropri e non prevedibili all'atto della stipulazione".

"Ciò in considerazione della particolare natura di questa tipologia di contratti aventi caratteristiche fortemente aleatorie", ha avvertito il procuratore.

A seguito di una due diligence commissionata alla Ragioneria generale dello Stato sui debiti del Campidoglio, il sindaco Gianni Alemanno in una conferenza stampa del 19 giugno 2008 disse che "ulteriori incognite derivano dal futuro andamento degli strumenti derivati sottoscritti dall'ente per circa 3 miliardi di euro, in relazione ai quali la Ragioneria ha evidenziato che, non essendoci accantonamenti, l'ente dovrà reperire risorse a valere sulla parte corrente del bilancio al fine di finanziare i più che probabili differenziali negativi".

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il sindaco di Roma Gianni Alemanno. REUTERS/Max Rossi