Voto, Pd offre a Monti di congelare riforma lavoro, dice Financial Times

mercoledì 20 febbraio 2013 09:12
 

ROMA (Reuters) - Quando mancano quattro giorni al voto, il numero due del Partito democratico Enrico Letta ha proposto di congelare per uno o due anni eventuali modifiche alla riforma sul lavoro varata dal governo Monti, e in parte criticata dal centrosinistra.

"Iniziare una nuova rivoluzione senza verificare gli effetti delle attuali riforme non sarebbe una buona idea", ha detto Letta in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano "Financial Times".

Il vice segretario democratico ha proposto un "periodo di valutazione" sulla discussa riforma Fornero, se il centrosinistra dovesse andare al governo, invocando il "pragmatismo", anche se questo potrebbe provocare "più rigidità" nei rapporti con Sinistra Ecologia e Libertà, la formazione di Nichi Vendola.

Altri esponenti del Pd, a partire dallo stesso segretario e candidato premier Pier Luigi Bersani, hanno criticato la riforma affermando che non ha prodotto effetti positivi sull'aumento dei contratti di lavoro a tempo indeterminato.

Il giornale finanziario interpreta quella di Letta come un tentativo di "corteggiare" il premier uscente Mario Monti e la sua coalizione centrista per un'alleanza dopo il voto.

Nell'intervista, Letta dice che, escluso il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo e il centrodestra di Silvio Berlusconi - che accusa di essere "contro l'Europa e contro l'euro" - le altre forze politiche "si sentiranno obbligate a trovare un accordo di coalizione... e sono sicuro che ciò includerà anche il movimento di Monti". Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Enrico Letta in una foto del 2007, quando era sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri. REUTERS/Dario Pignatelli