Ilva, gip Taranto autorizza vendita acciaio sotto sequestro per 800 mln

giovedì 14 febbraio 2013 16:42
 

BARI (Reuters) - Il gip di Taranto Patrizia Todisco ha autorizzato la vendita dell'acciaio dell'Ilva già prodotto e sotto sequestro, del valore di circa 800 milioni di euro.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

La procura di Taranto due giorni fa aveva chiesto al gip di disporre la vendita dell'acciacio, perché rischia di deperirsi.

Secondo una perizia dei consulenti della procura, le giacenze d'acciaio sequestrate, che ammontano a circa 1,8 milioni di tonnellate del valore stimato di circa 800 milioni di euro, presto avrebbero infatti potuto non essere più utile per il commercio.

Della vendita, sostiene la procura, dovrebbero occuparsi i custodi del sequestro e la somma ricavata essere posta a sua volta sotto sequestro.

Alla fine del mese scorso il gip aveva respinto una istanza dell'Ilva per il dissequestro di merci per circa un miliardo di euro allo scopo di garantire gli stipendi dei dipendenti e l'avvio dei lavori di bonifica ambientale dell'impianto siderurgico.

La procura tarantina, che indaga i vertici dell'Ilva per disastro ambientale, aveva dato quella volta parere negativo a tale ipotesi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Acciaieria Ilva a Taranto 28 novembre 2012. REUTERS/Renato Ingenito