Fondi Pdl Lazio, Regione parte civile a processo contro Fiorito

giovedì 14 febbraio 2013 15:19
 

ROMA (Reuters) - I giudici di Roma hanno ammesso la Regione Lazio come parte civile nel processo per peculato contro Franco Fiorito, ex capogruppo del Pdl nell'istituzione.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

I giudici si sono invece riservati di decidere, il prossimo 21 febbraio, se ammettere come parti civili Pdl e Codacons.

Sempre il 21 valuteranno le richieste di patteggiamento avanzate da Bruno Galassi e Pier Luigi Boschi, che erano funzionari della segreteria di Fiorito, anche loro accusati di peculato.

Il processo è fissato per il 28 marzo prossimo.

Fiorito, che ha chiesto il rito abbreviato, lo scorso dicembre ha ottenuto i domiciliari ad Anagni, città in cui vive e di cui è stato sindaco.

Fiorito era in carcere dal 2 ottobre scorso, dopo essere stato arrestato con l'accusa di peculato per aver sottratto circa un milione e 300 mila euro dei fondi destinati al partito.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia