Usa, Obama chiede al Congresso di agire per "la maggioranza"

mercoledì 13 febbraio 2013 08:48
 

WASHINGTON (Reuters) - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha sfidato un Congresso diviso proponendo di aumentare il salario minimo e di far sì che il governo lavori per "la maggioranza" in un discorso sullo Stato dell'Unione dedicato soprattutto all'equità economica per la classe media nel contesto della posizione più decisa assunta dai democratici con il secondo mandato alla Casa Bianca del primo presidente afroamericano.

Obama, cercando di sfruttare l'effetto della vittoria elettorale a novembre, si è impegnato a dedicare gran parte dell'attenzione ai problemi dell'economia, come il tasso di disoccupazione attualmente al 7,9%, una questione che ha marcato in negativo il suo primo mandato presidenziale.

Mentre ha fatto poche concessioni alle richieste repubblicane di tagli alla spesa, Obama ha invece sostenuto l'aumento delle tasse per i ricchi e un piano di investimenti da 500 miliardi di dollari per creare posti di lavoro attraverso la ricostruzione di ponti e strade danneggiate.

Obama ha anche annunciato il piano di ritiro di 34.000 dei 66.000 militari Usa impegnati in Afghanistan nel prossimo anno e ha chiesto nuovamente di riformare la legge americana sull'immigrazione.

Il presidente, nel momento di massimo picco emotivo del suo discorso, durato un'ora, ha invitato il Congresso a vietare i fucili d'assalto e ad assumere altre misure per il controllo delle armi. Alcune vittime di recenti sparatorie, come quella avvenuta nella scuola di Newtown, in Connecticut, erano presenti durante il discorso.

Ma la parte centrale dell'intervento di Obama ha riguardato l'intento di "costruire nuove opportunità di ascesa sociale" per la classe media.

"E' il nostro compito non portato a termine assicurare che questo governo lavori nell'interesse dei più e non solo di pochi", ha detto Obama a parlamentari, membri del governo e rappresentanti alla Camera.

Il suo discorso al Parlamento giunge nel corso dell'ennesima aspra battaglia coi repubblicani sulle tasse e la spesa pubblica. Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ieri alla Camera dei rappresentanti per il discorso sullo Stato dell'Unione. Alla sua sinistra il vicepresidente Joe Biden, a destra lo speaker della Camera John Boehner . REUTERS/Charles Dharapak/Pool