Appello Abu Omar,ex capo Sismi Pollari condannato a 10 anni, Mancini a 9

martedì 12 febbraio 2013 11:44
 

MILANO (Reuters) - I giudici della Corte d'Appello di Milano hanno condannato oggi a 10 anni di reclusione Niccolò Pollari e a nove anni Marco Mancini, nel processo agli ex vertici del Sismi sulla vicenda del rapimento dell'imam Abu Omar.

La scorsa settimana il pg aveva chiesto una condanna a 12 anni per Pollari e a dieci per Mancini, rispettivamente ex numero uno ed ex dirigente del Sismi, entrambi accusati di sequestro di persona.

Raggiunto al telefono, Nicola Madia, uno degli avvocati di Pollari, si è detto "sconcertato per la sentenza", aggiungendo che il suo assistito "è stato condannato nonostante il segreto di Stato sia stato apposto da tre diversi governi, impedendogli di difendersi". Pollari non era presente in aula alla lettura del verdetto.

Per Mancini - che era presente in aula ma non ha rilasciato dichiarazioni - ha parlato il suo legale, Luigi Panella, dicendo che "in questo processo sono stati usati atti coperti da segreto [di Stato]".

I legali hanno annuciato che presenteranno ricorso.

La vicenda riguarda il rapimento di Abu Omar nell'ambito di una cosiddetta operazione di "rendition", il suo trasferimento in Egitto, dove il religioso ha raccontato di essere stato torturato nel corso degli interrogatori e di essere stato detenuto per anni senza che gli venissero formalizzate accuse.

All'epoca del rapimento, l'imam era imputato a Milano per terrorismo internazionale.

Il primo febbraio la corte d'Appello di Milano ha condannato a sette anni di reclusione l'ex capo della Cia in Italia, Jeff Castelli, a conclusione dell'appello "stralcio" nel procedimento per il sequestro dell'imam.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
L'ex capo del Sismi, la vecchia agenzia dei servizi segreti militari, Nicolò Pollari, in una foto del luglio 2006. REUTERS/Alessandro Bianchi