Voto, Ichino: su Ue e riforme Lista Monti pronta a fare patti con diavolo

lunedì 11 febbraio 2013 10:50
 

MILANO (Reuters) - Lo schieramento che fa riferimento al premier uscente Mario Monti è pronto, dopo le elezioni, a fare alleanze anche "col diavolo in persona" se c'è un'intesa sul programma di governo che tenga conto delle politiche europee e delle riforme.

"Se c'è la possibilità d'accordo su programmi che tengano ferma la strategia europea dell'Italia e le riforme indispensabili affinché questa strategia venga perseguita, la Lista Monti fa anche alleanze con il diavolo in persona", ha detto oggi Pietro Ichino, giuslavorista e candidato parlamentare dei montiani, nel corso di un dibattito elettorale sui temi del lavoro

"Se questa disponibilità non c'è,la lista Monti non fa alleanze con nessuno", ha detto il deputato uscente del Pd.

Ichino ha anche parlato del voto disgiunto per la Regione Lombardia, dove i montiani appoggiano ufficialmente la candidatura di Gabriele Albertini, anche se un gruppo di esponenti centristi preferisce la candidatura di Umberto Ambrosoli, candidato presidente del centrosinistra, per battere l'alleanza Pdl-Lega.

"Visti i numerosi elettori di Ambrosoli che manifestano l'intenzione di votare per la Lista Monti a livello nazionale, non vedo perché dovremmo respingerli", ha detto Ichino.

La settimana scorsa lo stesso Monti a Milano aveva espresso pieno sostegno ad Albertini e criticato il voto disgiunto.

(Giulio Piovaccari) Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia