Voto, a Consiglio Ue colleghi chiedono a Monti prospettive politiche

venerdì 8 febbraio 2013 18:56
 

BRUXELLES (Reuters) - A margine del vertice europeo sul bilancio pluriennale che si è appena concluso a Bruxelles, gli altri capi di Stato e di governo hanno chiesto al presidente del Consiglio Mario Monti informazioni e previsioni sui risultati delle prossime elezioni politiche.

Lo ha rivelato ai giornalisti lo stesso Monti, rispondendo ad una domanda nel corso della conferenza stampa conclusiva del Summit Ue di ieri e oggi.

"Ci sono domande tra colleghi: come va? cosa pensi che succeda? Ma sono cose che appartengono più alla conversazione che agli eventi politici di cui devo rendere conto", ha risposto Monti alla domanda se i colleghi gli avessero mostrato preoccupazione per le prospettive politiche di possibile instabilità post elettorale.

Monti ha anche risposto alla domanda se, vista la rilevanza della decisione odierna su un bilancio comunitario che va dal 2014 al 2020, avesse coinvolto anche gli altri due leader delle principali coalizioni, vale a dire Pier Luigi Bersani e Silvio Berlusconi, sulla linea dell'Italia.

"E' più che mai una politica all partisan quella europa, come il presidente della Repubblica ha sottolineato. Già mesi fa ho parlato con i capi dei tre gruppi politici che hanno sostenuto... sostengono la nostra maggioranza: ho parlato con gli onorevoli, in ordine alfabetico, [Angelino] Alfano, [Pierluigi] Bersani e [Pier Ferdinando] Casini per informare che l'orientamento era non chiedere il rinvio del Consiglio europeo per le elezioni italiane ed è venuto l'assenso da tutti e tre e il ministro [Enzo] Moavero è stato a loro disposizione e 3 giorni fa è stato autore di una audizione parlamentare", ha risposto Monti su questo punto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Mario Monti in una immagine di archivio. REUTERS/ Tony Gentile