Ue, accordo su bilancio, per Italia risparmio di 700 milioni

venerdì 8 febbraio 2013 19:04
 

BRUXELLES (Reuters) - Dopo 24 ore di negoziati, i Capi di Stato e di governo europei hanno raggiunto l'accordo sul bilancio comunitario e per la prima volta nella storia dell'Unione l'ammontare degli impegni si riduce rispetto al precedente esercizio finanziario.

Il nuovo budget per gli anni 2014-2020 ammonta a 960 miliardi (-3% sul precedente) e accoglie le richieste di tagli avanzate dai Paesi del Nord Europa come Gran Bretagna e Olanda, pur salvaguardando gli stanziamenti all'agricoltura, in linea con quanto chiedevano Francia e Polonia.

L'Italia si mostra soddisfatta e ottiene una riduzione di 700 milioni nella sua contribuzione netta, la differenza tra quanto versa e quanto riceve.

"Il risultato di oggi consentirà un miglioramento significativo del saldo netto medio annuo dell'Italia che secondo le stime sarà di meno 3,8 miliardi, pari allo 0,23% del reddito nazionale lordo, che si confronta con valori per il periodo 2007-2013 di meno 4,5 miliardi, pari allo 0,28% del reddito", ha spiegato il presidente del Consiglio Mario Monti in conferenza stampa a Bruxelles.

"Credo sia il significativo inizio di un cambiamento di tendenza. Siamo l'unico tra i Paesi contributori netti, insieme al Belgio, per il quale il saldo medio annuo in percentuale del reddito diminuisce e quindi credo ci sia spazio per ulteriori battaglie", ha aggiunto Monti che si è battuto per un bilancio europeo orientato alla crescita e alla creazione di posti di lavoro.

Ora spetta al Parlamento europeo ratificare l'intesa. L'esame richiederà diversi mesi e il via libera non è così scontato, considerando che il presidente socialista Martin Schulz ha già manifestato la sua insoddisfazione.

"I numeri e i dati che mi hanno comunicato non sono soddisfacenti. Comunque ho anche saputo che le proposte che ho fatto sono state accettate", ha detto Schulz a Milano nel pomeriggio.

Memori dei propri recalcitranti elettori, gli Stati del Nord Europa si sono mostrati adamantini nel chiedere all'Europa altrettanti sacrifici di quelli che i singoli governi hanno imposto in patria con le politiche di rigore dei conti pubblici.

Risultato: il bilancio ha perso 12 miliardi rispetto all'ultima proposta avanzata al Consiglio europeo di novembre.   Continua...

 
Ue, raggiunto accordo su bilancio. REUTERS/Thierry Roge