Voto, Bagnasco (vescovi): gente non si fa "abbindolare da promesse"

giovedì 7 febbraio 2013 19:59
 

ROMA (Reuters) - Per il presidente dei vescovi italiani, Angelo Bagnasco, la gente non si farà "abbindolare" dalle promesse fatte in campagna elettorale.

"Gli italiani hanno bisogno della verità delle cose, senza sconti, senza tragedie, ma anche senza illusioni, la gente non si fa più abbindolare da niente e da nessuno", ha risposto Bagnasco a margine di un convegno Mcl.

Il presidente della conferenza episcopale italiana ha poi anche tratteggiato il programma del prossimo presidente del consiglio a suo parere: "Il prossimo premier si dovrà occupare soprattutto del lavoro che dona dignità alle persone, la famiglia, fondamento della società, come stiamo vedendo anche adesso che l'Italia regge grazie anzitutto alla dinamica delle famiglie, che non solo usano tutti i risparmi possibili per i figli e per i nipoti, ma soprattutto mettono in campo e rafforzano quel patrimonio di fiducia e di autostima, senza il quale nessuno riesce ad affrontare il futuro", dovrà infine occuparsi di una terza pirorità cioè delle "riforme assolutamente necessarie dello Stato".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia