Libia, tribunale Aia ordina estradizione capo spie di Gheddafi

giovedì 7 febbraio 2013 14:16
 

AMSTERDAM (Reuters) - La Libia deve consegnare l'ex-capo dei servizi segreti e braccio destro dell'ex-leader Muammar Gheddafi al tribunale penale internazione dell'Aia.

"Alla Libia resta l'obbligo di adempiere la richiesta di resa", hanno stabilito i giudici, in una decisione che mette il tribunale in rotta di collisione con le autorità libiche che hanno resistito ai tentativi di estradare Abdullah al-Senussi.

Senoussi è accusato insieme al figlio di Gheddafi Saif al-Islam di aver commesso crimini durante la rivolta che ha portato alla caduta di Gheddafi.

Il paese aveva detto di voler processare i due nei propri tribunali.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Una immagine di archivio di Muammar Gheddafi REUTERS/Louafi Larbi