Tunisia, ucciso esponente partito opposizione, migliaia in piazza

mercoledì 6 febbraio 2013 13:54
 

TUNISI (Reuters) - In Tunisia un importante esponente politico dell'opposizione è stato ucciso oggi a colpi d'arma da fuoco, spingendo migliaia di manifestanti a scendere in piazza nella capitale e a Sidi Bouzid, culla delle rivolte che hanno dato il via alla Primavera araba.

Il premier Hamadi Jebali, che ha detto che non è nota l'identità di chi ha sparato, ha condannato l'omicidio di Shokri Belaid, avvenuto fuori dalla sua casa a Tunisi, definendolo un omicidio politico e un colpo contro la rivoluzione della Primavera araba.

Belaid era un importante esponente del Fronte popolare e oppositore del partito al governo, l'islamico Ennahda.

"Ennahda non c'entra nulla nell'omicidio di Belaid", ha detto in un'intervista a Reuters il presidente del partito Rached Gannouhi, che ha puntato il dito contro coloro che vogliono far fallire la transizione democratica in Tunisia dopo le rivolte del 2011.

"La Tunisia si trova oggi nel peggior stallo politico dai tempi della rivoluzione. Dobbiamo stare calmi e non piombare in una spirale di violenza. Abbiamo bisogno più che mai di unità", ha detto Gannouchi.

PROTESTE A TUNISI E SIDI BOUZID

Mentre si diffondeva la voce dell'uccisione, oltre mille manifestanti si sono radunati fuori del ministero dell'Interno, molti chiedendo la caduta del governo eletto dopo la rivolta che ha cacciato l'ex presidente Zine al-Abidine Ben Ali nel gennaio 2011.

Manifestazioni di protesta si sono svolte anche a Sidi Bouzid, dove Mohamed Bouazizi si diede fuoco per protestare contro la polizia che gli aveva sequestrato un chiosco di frutta, accedendo la miccia delle rivolte.

"Oltre 4.000 persone stanno manifestando, dando fuoco a pneumatici e lanciando pietre contro la polizia", ha spiegato a Reuters Mehdi Horchani, abitante di Sidi Bouzid. "C'è molta rabbia".

La Tunisia è stato il primo Paese arabo due anni fa a cacciare il proprio leader e a indire elezioni libere mentre la rivoluzione si diffondeva nella regione, portando alla destituzione dei governanti di Egitto, Yemen e Libia e alla guerra civile in Siria.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il corpo di Shokri Belaid, esponente di spicco dell'opposizione tunisina, portato via da un'ambulanza a Tunisi questa mattina dopo un agguato. REUTERS/Zoubeir Souissi