Mps, per Monti "Bersani non c'entra niente"

martedì 5 febbraio 2013 12:23
 

ROMA (Reuters) - Per il presidente del Consiglio uscente Mario Monti, lo sfidante Pier Luigi Bersani, candidato premier del centrosinistra, non ha nulla a che vedere con lo scandalo del Monte dei Paschi di Siena.

"Io sono convinto che Bersani non abbia niente a che fare con la questione Monte dei Paschi", ha detto Monti nel corso di un'intervista online ospitata sul sito web del quotidiano "La Stampa".

Nei giorni scorsi il professore aveva parlato del coinvolgimento del Partito democratico, di cui Bersani è leader, nella gestione di Mps, banca che ha sede in un territorio, quello senese, dove da decenni è forte la presenza del Pci prima e dei democratici attualmente.

La passata gestione del Monte è oggetto di due indagini giudiziarie che vanno dall'ostacolo all'attività di vigilanza alla corruzione e alla truffa. I magistrati indagano sull'acquisto di Antonveneta nel 2007-2008 e su contratti strutturati non contabilizzati correttamente.

Monti - la cui lista ha candidato uno dei politici più coinvolti nel gruppo Mps Alfredo Monaci - ha respinto l'accusa di avere rapporti con le banche, dopo aver interrotto la consulenza con la banca d'affari internazionale Goldman Sachs al suo ingresso a Palazzo Chigi. Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Mario Monti e sullo sfondo il segretario del Pd Pierluigi Bersani. REUTERS/Alessandro Bianchi