Mps, Rizzo (ex Dresdner) conferma a Gdf accuse a ex vertici banca

lunedì 4 febbraio 2013 18:43
 

MILANO (Reuters) - Confermando quanto detto nell'interrogatorio del 2008 davanti al pm di Milano Roberto Pellicano, l'ex funzionario di Dresdner Antonio Rizzo ha ribadito oggi agli inquirenti del caso Mps la definizione di Gianluca Baldassarri, all'epoca dei fatti responsabile dell'area finanza della banca, e Matteo Pontone, ex capo della filiale londinese dell'istituto, come membri della "banda del 5%, perché su ogni operazione prendevano tale percentuale".

In un'audizione durata circa due ore davanti alla Guardia di finanza a Roma, Rizzo - come confermato a Reuters via mail - ha detto poi che Baldassarri e Pontone erano solo due dei membri della banda del 5%, definizione che gli era stata riferita da Michele Cortese, all'epoca dei fatti responsabile vendita prodotti finanziari di Dresdner.

Rizzo ha spiegato di aver registrato su un paio di nastri, per il timore di essere licenziato, le conversazioni tra lui e gli altri funzionari della Dresdner nelle riunioni interne in cui si parlava di Mps.

(Emilio Parodi) - Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Una filiale di Mps a Roma. REUTERS/Max Rossi