Voto, Monti: se vince Berlusconi "increspature" spread

lunedì 4 febbraio 2013 09:24
 

ROMA (Reuters) - Se il Pdl di Silvio Berlusconi vincesse le elezioni, i mercati finanziari potrebbero reagire con "qualche increspatura sui tassi di interesse" del debito pubblico italiano. Lo ha detto stamattina il premier uscente e candidato centrista Mario Monti.

"E' evidente che alcuni effetti economici e soprattutto finanziari si potranno verificare molto presto" dopo le elezioni, ha detto Monti parlando ai microfoni di radio Rtl.

"Per esempio, se si votasse domani e se la comunità finanziaria valutasse il programma di questo Berlusconi, come si sta configurando, immagino che qualche increspatura nei tassi di interesse potrebbe verificarsi", ha aggiunto Monti, il giorno dopo che il Cavaliere ha proposto di restituire ai contribuenti l'Imu sulla prima casa pagata nel 2012, finanziando i circa 4 miliardi di esborso con la tassa sui capitali esportati in Svizzera, che è ancora da contrattare con Berna.

(Roberto Landucci) Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il premier uscente e leader centrista Mario Monti. REUTERS/Yves Herman