Messico, esplosione in sede gigante petrolifero Pemex, 25 morti

venerdì 1 febbraio 2013 08:28
 

CITTA' DEL MESSICO (Reuters) - Una potente esplosione ha scosso a Città del Messico la sede del gigante petrolifero statale Pemex, provocando la morte di almeno 25 persone e il ferimento di oltre 100, mentre altre restano intrappolate all'interno del complesso.

L'esplosione, verificatasi a metà pomeriggio in uno degli edifici del complesso, ha interessato i primi piani della torre, nel centro città, facendo scappare gli impiegati terrorizzati in strada.

Un funzionario del governo, parlando sotto anonimato, ha detto che al momento si ritiene che l'esplosione sia stata provocata dallo scoppio di una caldaia.

L'esplosione nel complesso di edifici, dove lavorano migliaia di impiegati Pemex, rappresenta l'ultimo di una serie di seri problemi legati alla sicurezza che hanno colpito la società monopolista del settore petrolifero in Messico.

Il ministro dell'Interno Miguel Angel Osorio Chong ha detto che nell'esplosione hanno perso la vita almeno 25 persone e oltre 100 sono rimaste ferite, e che il numero delle vittime potrebbe salire.

I soccorritori stanno ancora cercando impiegati intrappolati all'interno del grattacielo Pemex. Almeno una persona è stata estratta viva, ha detto Osorio Chong.

(Alexandra Alper)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Soldati e soccorritori al lavoro nella sede della Pemex a Città del Messico dopo una potente esplosione. REUTERS/Bernardo Montoya