Mps, Gotti Tedeschi in procura a Siena. Tar convoca Bankitalia

giovedì 31 gennaio 2013 18:49
 

SIENA/ROMA (Reuters) - Il banchiere Ettore Gotti Tedeschi, ex presidente dello Ior, è stato ascoltato oggi per circa quattro ore in procura a Siena dai pm che seguono le indagini sul Monte dei Paschi, sulle cui vicende stanno proliferando i fascicoli giudiziari.

Questo pomeriggio la procura di Roma ha infatti reso noto di avere aperto un fascicolo contro ignoti con l'ipotesi di manipolazione del mercato, che si aggiunge a quello aperto a Trani, sempre contro ignoti, per omessa vigilanza da parte di Bankitalia e Consob, e alle due inchieste senesi, una sulle presunte tangenti per Antonveneta e l'altra per truffa legata a alcuni strumenti strutturati.

I magistrati senesi hanno inoltre reso noto oggi di stare valutando l'apertura di un procedimento per insider trading e aggiotaggio, con riferimento a notizie di stampa su nuove presunte iniziative della procura. Ieri il titolo Mps aveva perso circa il 10% su notizie relative all'estendersi delle indagini ad altre operazioni compiute dalla banca e a nuove ipotesi di reato.

Intanto il Tar del Lazio, a seguito della presentazione di un ricorso da parte del Codacons, oggi ha convocato per sabato mattina Bankitalia per fornire chiarimenti sui Monti bond di Mps, e ha ordinato alla vigilanza di depositare entro domani le delibere relative a questi strumenti finanziari.

DOPO MILANO ANCHE ROMA POTREBBE TRASFERIRE ATTI

"A seguito della presentazione di denunce e di esposti da parte del Codacons e di cittadini in ordine alla situazione del Monte dei Paschi di Siena la procura della Repubblica di Roma ha aperto un procedimento contro ignoti per il reato di manipolazione del mercato e per altre ipotesi di reato", si legge in una nota a firma del procuratore Giuseppe Pignatone e dell'aggiunto Nello Rossi.

I pm romani si riservano di valutare "nei prossimi giorni se proseguire negli accertamenti o se trasmettere gli atti alla procura di Siena".

La procura capitolina, tra gli altri accertamenti, acquisirà documentazione anche da Consob e Banca d'Italia, riferiscono fonti giudiziarie. Secondo i magistrati romani, la competenza a indagare spetta ai colleghi senesi, ma se dovessero emergere fattispecie di reato legate alle due istituzioni di vigilanza si potrebbe valutare la prosecuzione dell'inchiesta, spiegano le fonti.

Già la procura di Milano ha trasmesso a quella toscana gli atti dell'inchiesta sul gruppo svizzero di intermediazione finanziaria Lutifin, con un verbale di interrogatorio in cui due ex dirigenti del Monte Paschi vengono definiti "la banda del 5% perché su ogni operazione prendevano tale percentuale".   Continua...

 
Una immagine di archivio di Ettore Gotti Tedeschi. REUTERS/Alessandro Bianchi