'Ndrangheta, infiltrazioni a Roma: 3 arresti, sequestro beni per 20 mln

mercoledì 30 gennaio 2013 08:16
 

ROMA (Reuters) - Un'operazione contro le infiltrazioni della 'ndrangheta a Roma ha portato all'arresto di tre persone e al sequestro di beni immobiliari e societari per circa 20 milioni di euro.

"Gli ordini di custodia cautelare in carcere emessi dal gip sono tre, e altre sei persone risultano indagate in stato di libertà, per intestazione fittizia di beni", ha detto stamani a Sky Gregorio De Marco, capocentro della Direzione investigativa antimafia di Roma, precisando che beni per "20 milioni di euro circa sono stati sottoposti a sequestro preventivo".

Il reato, spiega De Marco, "è aggravato dal metodo mafioso".

Secondo gli investigatori "i beni, per sfuggire alla normativa antimafia, erano stati trasferiti a parenti o affini da parte di esponenti della cosca Gallico originaria di Reggio Calabria".

I risultati dell'operazione della Dia, coordinata dalla Procura distrettuale antimafia di Roma, dimostrano "il salto di qualità della 'ndrangheta, che dai delitti classici ormai ha penetrato economicamente e finanziariamente la Capitale".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia