Ue, Rehn: Berlusconi ha soffocato la crescita in Italia

martedì 29 gennaio 2013 14:40
 

BRUXELLES (Reuters) - Il commissario Ue all'economia Olli Rehn ha detto oggi che il governo di Silvio Berlusconi nell'autunno del 2011 "ha soffocato la crescita dell'economia italiana", non rispettando i patti presi con le autorità europee sul risanamento dei conti.

"Il governo di Berlusconi ha deciso di non rispettare gli impegni ed il risultato è stato il prosciugamento dei finanziamenti, che ha soffocato la crescita economica e ha portato alla fine del governo Berlusconi e alla creazione del governo Monti che è poi stato capace di stabilizzare la situazione", ha spiegato Rehn parlando al Parlamento europeo.

Dura la reazione del Pdl contro le dichiarazioni di Rehn, a iniziare dal segretario Angelino Alfano e compreso il vice presidente della commissione Antonio Tajani.

"E' inaccettabile che Olli Rehn, vicepresidente di un'istituzione indipendente quale la Commissione Europea, intervenga nella campagna elettorale di uno Stato membro, peraltro con affermazioni false, tecnicamente sbagliate e facilmente smentibili", scrive Alfano.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il leader del Pdl ed ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi durante un appuntamento elettorale a Roma. REUTERS/Max Rossi