Ruby, cancellata deposizione madre,convocato pm minori come teste

lunedì 28 gennaio 2013 18:00
 

MILANO (Reuters) - I giudici del Tribunale di Milano hanno deciso di cancellare la mamma di Ruby dall'elenco dei testimoni nel procedimento che vede l'ex premier Silvio Berlusconi accusato di concussione e prostituzione minorile.

Oggi la donna - Yazhili Zhara, che vive a Letojanni, in Sicilia - avrebbe dovuto essere ascoltata come testimone ma non si è presentata, facendo sapere di non avere i soldi per pagarsi il viaggio, dopo averli chiesti ai legali di Berlusconi senza ricevere risposta.

Secondo giudici, la difesa non ha dimostrato interesse a sentirla "perchè non si è adoperata per assicurare la presenza della testimone all'udienza di oggi, non avendo provveduto all'acquisti del biglietto aereo".

Inoltre i giudici hanno stabilito che nella prossima udienza del 4 febbraio dovrà testimoniare il pm del Tribunale dei minori Annamaria Fiorillo, che era di turno la notte del 27-28 maggio 2010 quando Ruby venne portata in questura.

Quella notte il pm non aveva autorizzato l'affidamento della minorenne, che poi andò via con Nicole Minetti.

In aula l'avvocato Paola Rubini, che oggi rappresentava la difesa di Silvio Berlusconi, ha riferito al tribunale che i legali Piero Longo e Niccolò Ghedini considerano "lesiva" la decisione di convocare il pm Fiorillo senza chiedere il parere delle parti e, considerata questa decisione, si riservano di rinunciare al mandato difensivo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Ruby in una immagine di archivio. REUTERS/Herwig Prammer