Voto, Monti: sconti Imu, dal 2014 meno Irap e Irpef

lunedì 28 gennaio 2013 09:10
 

ROMA (Reuters) - Nel programma elettorale di Mario Monti entrano una sensibile riduzione di Imu, Irap e Irpef oltre all'allungamento fino a tutto il 2015 della detassazione del salario di produttività.

Ospite de La7, il presidente del Consiglio uscente descrive i punti fondamentali del suo programma fiscale.

Il primo riguarda un aumento delle detrazioni per la prima casa da 200 a 400 euro e per ogni figlio da 100 a 200 fino a un massimo di 800 euro. Per Monti ci sarebbe un costo di 2,5 miliardi l'anno da coprire con un taglio della spesa corrente primaria di 3 miliardi.

Il secondo riguarda la riduzione dell'Irap dal 2014 con l'eliminazione del monte salari dal computo dell'imposta. Il risparmio stimato è di 11,5 miliardi in 5 anni sulle imprese a partire dalle medio-piccole.

Il terzo prevede un taglio dell'Irpef, sempre dal 2014, a partire dai redditi medio-bassi, per un calo del gettito di 15,5 miliardi da investire per sostenere i consumi.

Il quarto punta alla detassazione del salario legato alla produttività anche nel 2015 per un costo stimato in 1,5 miliardi.

Monti ha anche parlato di sgravi alle imprese che innovano processo e prodotto per 1,3 miliardi. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il premier uscente Mario Monti. REUTERS/Thomas Peter