Sisma di magnitudo 4,8 in Garfagnana, sentito a Bologna e Firenze

venerdì 25 gennaio 2013 17:23
 

MILANO (Reuters) - Una scossa di terremoto di magnitudo 4.8 è stata registrata nel pomeriggio in Garfagnana, in provincia di Lucca, al confine con l'Emilia, ed è stata nettamente avvertita dalla popolazione a Bologna e Firenze, anche se non sembra aver provocato danni rilevanti.

Secondo l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l'epicentro è stato registrato a 4 km da Castiglione Garfagnana, tra Villa Collemandina, Pieve Fosciana e Fossandora.

La scossa è avvenuta alle 15:48 ad una profondità di 15,5 km. Secondo un funzionario della Protezione civile di Lucca, alla prima scossa ne sono seguite altre tre di intensità più lieve. L'account Twitter dell'Ingv ne evidenzia due di magnitudo 2.0 e 2.2 a Gallicano e a Castiglione di Garfagnana.

Al momento sono in corso i controlli da parte della Protezione civile per verificare eventuali danni a cose o persone, ma secondo il funzionario di Lucca non risultano al momento danni rilevanti.

In precedenza, l'Usgs, l'istituto di geofisica Usa, aveva individuato la scossa nei pressi di Frassinoro, in provincia di Modena, proprio al confine con la Toscana, con magnitudo 5.0.

Secondo la Regione Emilia-Romagna - dove l'anno scorso due scosse di magnitudo 5.8 e 5.9 a distanza di pochi giorni provocarono 26 vittime e danni per miliardi di euro - i comuni più vicini all'epicentro (entro i 20 km) sono Ligonchio e Villa Minozzo nel reggiano; Fiumalbo e Pievepelago, oltre a Frassinoro, nel modenese.

In questi Comuni sono state interrotte per precauzione le attività scolastiche e sono in corso tutte le verifiche, spiega una nota della Regione.

Enzo Boschi, ex-presidente dell'Ingv, ha scritto su Twitter che la scossa di oggi è avvenuta in una "zona sismica ben nota e non ha nessuna relazione con le scosse in Emilia del 2012".

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un elicottero dei carabinieri sorvola una torre danneggiata dal recente terremoto a San Felice sul Panaro, vicino a Modena, il 30 maggio 2012. REUTERS/Giorgio Benvenuti