Israele, Netanyahu vince elezioni di misura, primo impegno fermare Iran

mercoledì 23 gennaio 2013 09:15
 

GERUSALEMME (Reuters) - Benjamin Netanyahu, premier falco israeliano, rivendica la vittoria, seppur di misura, alle elezioni per il rinnovo del Parlamento e rilancia come primo impegno del suo terzo mandato la campagna per fermare i piani nucleari iraniani.

Secondo gli exit poll appena diffusi il centrodestra avrebbe ottenuto 61-62 seggi parlamentari su un totale di 120, mentre al centrosinistra andrebbero 58-59 seggi.

Il Likud, partito di centrodestra guidato da Netanyahu, e gli ultranazionalisti Yisrael Beitenu restano la prima forza nell'assemblea ma, secondo le previsioni avrebbero intorno a 31 seggi, 11 in meno rispetto ai 42 della scorsa legislatura.

La classe media israeliana sembra infatti in questa fase più interessata alla politica interna che ai progetti di Teheran o alle richieste palestinesi.

Sorpresa per il buon risultato della nuova formazione centrista Yesh Atid (C'è un futuro) che secondo le previsioni avrebbe ottenuto 18-19 seggi mentre i laburisti di Shelly Yachimovich sono visti al terzo posto con 15 seggi. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. REUTERS/Nir Elias