Voto, Rehn: Italia prosegua su cammino riforme

venerdì 18 gennaio 2013 09:17
 

MILANO (Reuters) - L'Italia deve proseguire nel cammino riformista quasiasi sarà il governo che uscirà dalle elezioni. Secondo il commissario Ue per l'economia Olly Rehn nel nostro paese sono stati realizzati progressi nel ristabilire la fiducia nell'economia e nella stabilità del sistema politico e i pericoli immediati sono scomparsi, ma la strada delle riforme non deve essere abbandonata.

"Ancora di recente si sono registrati progressi", ha detto Rehn in un'intervista al quotidiano La Stampa, "Ma certo c'è altro lavoro per terminare le riforme indispensabili per rendere il paese, e la sua economia, più dinamici, in grado di crescere e creare posti di lavoro".

Rehn, quantificando in 3 miliardi di risparmi per ogni punto di spread la riduzione del costo del debito avvenuta nell'ultimo anno, ha ricordato che la Commissione si aspetta che l'economia italiana inizi a uscire dalla stagnazione tra le fine di quest'anno e l'inizio del prossimo.

A chi obietta che il rigore, anche in Italia, ha esacerbato la recessione il commissario sottolinea che "non solo l'effetto quantitativo del consolidamento è importante ma anche quello che ha sulla fiducia. E' cruciale nei casi spagnolo e italiano". Infatti, ha proseguito il commissario "la crisi economica non è stata provocata dalla correzione dei conti pubblici. E' venuta prima". Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il commissario Ue per gli Affari monetari Olli Rehn. REUTERS/Francois Lenoir