Expo cerca partner in Cina. Accordo con Coop da 13 milioni

giovedì 17 gennaio 2013 15:25
 

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - Expo 2015 è alla ricerca di partner internazionali in Cina, mentre ha firmato un accordo con Coop da 13 milioni di euro.

"Stiamo lavorando sul fronte internazionale, vado in Cina, spero di portare una buona notizia", ha detto a Reuters l'AD di Expo Giuseppe Sala, senza voler elaborare oltre, parlando di nuove eventuali partnership per l'evento, arrivate con oggi a otto per un valore di 250 milioni di euro.

L'impegno di Coop - che diventa "Food distribution partner" - prevede quattro milioni di euro in contanti, tre milioni in 'value in kind' (beni e servizi) e cinque milioni in comunicazione, oltre alla "garanzia di vendere 700mila biglietti della manifestazione", un punto non accettato da altri possibili partner in trattativa, ha spiegato Sala in una conferenza stampa.

Il nodo dei biglietti è infatti un tema centrale per l'AD, che punta ad arrivare al primo maggio del 2015, giorno di apertura di Expo, con almeno 3 o 4 milioni di ticket staccati.

Coop realizzerà inoltre in uno spazio espositivo di 2.000 mq quello che ha definito un supermercato del futuro, che guarda all'innovazione dal punto di vista distributivo, tecnologico, di informazione e di coinvolgimento dei consumatori.

Intanto i lavori sul sito - dove il prossimo 28 gennaio è attesa una visita del ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri - "proseguono con una certa intensità", ha detto Sala.

Dopo il ritardo di sei mesi, rispetto all'assegnazione di una gara, nel blocco di una società sub-appaltatrice per presunte infiltrazioni mafiose, i vertici di Expo chiederanno al ministro "un adeguato tavolo di verifica e di controllo".

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
La presentazione di Coop come partner di Expo 2015. REUTERS/Hand out