Lombardia, bene Gelmini o Cattaneo come vicepresidente - Maroni

giovedì 17 gennaio 2013 11:26
 

ROMA (Reuters) - Roberto Maroni, sicuro di vincere le elezioni di fine febbraio come presidente leghista della Regione Lombardia, apprezzerebbe come suo vice sia l'ex ministro, Maria Stella Gelmini, che il sindaco di Pavia, Alessandro Cattaneo, entrambi esponenti del Pdl.

"C'è chi indica come mio vice Maria Stella Gelmini e altri il sindaco di Pavia Cattaneo. Su entrambi sarei felice se fossero al mio fianco", ha detto Maroni in una intervista televisiva a Tgcom24.

L'ex ministro dell'Interno ha anche detto che gli piacerebbe avere in giunta come assessore allo Sport l'olimpionico di canoa, Antonio Rossi.

Maroni ha ribadito il principio "un culo una sedia" per dire che qualora diventasse presidente della Lombardia lascerebbe la carica di segretario federale del partito lasciando al congresso della Lega la scelta del suo successore: "Siamo un movimento democratico".

Infine un apprezzamento per il presidente lombardo uscente, Roberto Formigoni, nonostante sia stata proprio la Lega a sfiduciarlo dopo gli scandali giudiziari della Giunta: "Riconoscere di aver perso la battaglia e rimanere, cosa che ha fatto Formigoni, sostenendo me, è riconoscimento di un comportamento corretto", ha detto Maroni.

Parlando del programma che ha in mente per guidare la regione, oltre a trattenere sul territorio il 75% delle tasse, Maroni ha parlato di politiche a chilometro zero, per esempio nella Sanità. "Se i piccoli ospedali sono presidi che salvano la vita a chi vive in cima alla valle, allora devono restare aperti. Costa sì, ma soldi li abbiamo trattenendo il 75% delle tasse". Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Roberto Maroni durante un comizio della Lega. Bergamo, 10 aprile 2012. REUTERS/Alessandro Garofalo