Voto, Ingroia: nessun patto con Pd, valuteremo desistenza

giovedì 17 gennaio 2013 10:14
 

ROMA (Reuters) - Il leader di Rivoluzione civile Antonio Ingroia smentisce che vi sia qualsiasi "patto dietro le quinte" in vista del voto di febbraio con il Partito democratico e dice che la sua formazione valuterà in un secondo momento eventuali accordi di desistenza in alcune regioni.

"Ho rapporti personalmente ottimi con molti esponenti del Pd seri e impegnati da tanti anni nelle istituzioni e mi riconosco nel patrimonio ideale e culturale di tanti esponenti del Partito democratico", spiega Ingroia a Radio Anch'io, aggiungendo però che i tempi stringono per chiudere le liste e "su questo ci stiamo concentrando".

Sui giornali si è parlato "di valutazioni unilaterali, di desistenza" in alcune regioni, "intanto le liste le abbiamo fatte, vanno completate poi ragioneremo su questo", sottolinea.

L'ex pm ritiene che la sua formazione politica "toglie voti al popolo dell'astensionismo".

"Guai a deludere quell'elettorato che è sfiduciato e che ha creduto che si potesse cambiare il Paese", afferma. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
L'ex pm ora leader di Rivoluzione civile Antonio Ingroia. REUTERS