Voto, in sondaggio Piepoli Pdl cresce ma restà metà di Pd

mercoledì 16 gennaio 2013 16:08
 

ROMA (Reuters) - In una settimana il Pd ha perso mezzo punto ed è sceso dal 33 al 32,5% mentre il Pdl ha recuperato invece un punto attestandosi al 16%.

E' questo il risultato del sondaggio effettuato il 14 gennaio dall'Istituto Piepoli per Affaritaliani.

In calo anche Sel, passata dal 6 al 5,5%; i Socialisti sono stabili all'1%, così come Centro Democratico (1); il totale dello schieramento di centrosinistra è sceso dal 41 al 40%.

Rispetto a lunedì 7 gennaio il Pdl ha guadagnato un punto, passando dal 15 al 16% ("Effetto partecipazione a Servizio Pubblico di Santoro", afferma Piepoli). La Lega Nord è stabile al 6%. Così come Fratelli d'Italia al 2. La Destra di Storace è scesa dal 2 all'1,5%. Intesa Popolare è salita dal 2 al 2,5%. Altri di Centrodestra fermi al 2%. Totale della coalizione passa dal 29 al 30%.

Scelta civica con Monti per l'Italia è salita dall'8 al 9% in una settimana ai danni però dell'Udc di Casini, scesa dal 5 al 4%; stabile all'1% Fli di Fini; totale area Monti 14% come sette giorni prima.

Ferma al 4% Rivoluzione Civile di Ingroia e al 10% il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Altri partiti invariati al 2%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un seggio elettorale a Palermo in una immagine di archivio. REUTERS/Massimo Barbanera