Lega, perquisizioni Gdf in sedi Milano e Torino su quote latte

mercoledì 16 gennaio 2013 16:06
 

MILANO/CERNOBBIO (Reuters) - La Guardia di Finanza ha perquisito ieri, fino a tarda notte, le sedi della Lega Nord di Milano e Torino nell'ambito di un'inchiesta della procura di Milano sulle quote latte, partita dalla crac di una cooperativa, in cui si ipotizzano i reati di bancarotta fraudolenta e corruzione.

"L'inchiesta riguarda una società che con la Lega non c'entra", ha detto oggi il segretario del Carroccio e candidato alla presidenza della Regione Lombardia Roberto Maroni. "Noi siamo terzi e quindi la questione è chiusa".

"La procura pensava che ci fossero dei documenti di un dipendente di via Bellerio, ma non è stato trovato nulla", ha aggiunto Maroni, che era presente durante le perquisizioni con Umberto Bossi, il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota e Roberto Calderoli.

Maroni, escludendo che ci siano esponenti leghisti coinvolti, ha detto che è stata offerta "totale collaborazione", smentendo che sia stata opposta l'immunità parlamentare, come invece riferito da fonti investigative, che per questo hanno parlato di esito parziale delle perquisizioni.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Roberto Maroni in una immagine di archivio. REUTERS/Paolo Bona