Alitalia, aspettare per fusione con AirFrance,ma farla-Passera

lunedì 14 gennaio 2013 09:21
 

ROMA (Reuters) - Gli azionisti di Alitalia farebbero meglio ad aspettare prima di andare a chiudere gli accordi con i francesi di Air France-Klm anche perché nel frattempo il management della compagnia aerea italiana avrebbe il tempo di "rimettere mano ai costi" per arrivare alla fusione con il gruppo franco olandese con concambi più favorevoli.

Lo dice in una intervista al Messaggero il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, che fu, da AD di Intesa Sanpaolo, uno degli artefici del salvataggio di Alitalia.

Passera spiega inoltre che a suo dire non servirà un aumento di capitale troppo forte per arrivare al riequilibrio della gestione e comunque per i soci in uscita c'è già qualche idea sul tavolo.

"Non credo che sarebbe sbagliato rinviare il perfezionamento degli accordi [sabato è scaduto il lock-up che lega i destini degli azionisti]. Alitalia avrebbe modo di rimettere mano ai costi riqualificando l'azione commerciale" e, aggiunge il ministro, "l'Italia potrebbe diventare il primo azionista o cumunque un azionista di peso del più importante carrier europeo".

A proposito della necessità di nuove risorse che servirebbero alla compagnia Passera spiega di non credere che si tratti di "somme esagerate. Gli strumenti non mancano per sopperire ad eventuali defezioni. Anzi non escludo, che si profili già qualche idea. Quando Alitalia sarà tornata in equilibrio si potrà procedere alla fusione".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un aereo Alitalia sorpassa uno Air France all'aeroporto Charles de Gaulles a Roissy, vicino Parigi. 8 gennaio 2013. REUTERS/Charles Platiau