Vendola apre a sostegno centristi dopo voto ma fuori da governo

venerdì 11 gennaio 2013 14:10
 

ROMA (Reuters) - Il leader di Sel Nichi Vendola è favorevole al sostegno da parte dei centristi di Mario Monti di un governo di centrosinistra, ma non alla partecipazione all'esecutivo.

"Non credo che si possa impedire di chiedere un appoggio a chicchessia", ha detto Vendola, il cui partito è alleato del Pd, rispondendo alla domanda di un giornalista sull'ipotesi di un sostegno di Monti.

Ma "appoggiare un governo è una cosa, farne parte è un'altra".

"Spiegare all'Italia che nello stesso governo ci sono Sel e l'onorevole (Gianfranco) Fini o l'onorevole (Pier Ferdinando) Casini resta difficile".

Vendola ha risposto con un "non lo so" alla domanda se il centrosinistra dovrebbe comunque allearsi col centro in caso mancasse la maggioranza assoluta al Senato.

Per il governatore della Puglia, in ogni caso, il centrosinistra è il solo schieramento che si candida per vincere, mentre gli altri cercano di "impedire la limpidezza della vittoria" della coalizione guidata da Pier Luigi Bersani.

(Massimiliano Di Giorgio) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Pier Ferdinando Casini con Gianfranco Fini alla Camera. Roma, 12 novembre 2011. REUTERS/Alessandro Bianchi