10 gennaio 2013 / 18:38 / tra 5 anni

Salario minimo, Bersani su proposta Juncker: "Non basta, serve passo avanti"

Il presidente dell'Eurogruppo Jean Claude Juncker durante un'audizione al Parlamento Europeo a Bruxelles. REUTERS/Francois Lenoir

ROMA (Reuters) - La proposta di introdurre un salario minimo in tutti i Paesi dell‘Eurozona avanzata oggi dal presidente dell‘Eurogruppo Jean Claude Juncker non basta: per il leader del Pd Pier Luigi Bersani serve “un passo avanti”.

“Juncker deve fare un passo avanti in questo ragionamento, non è questione di euro, ma di politiche economiche. Cos‘è l‘economia? E’ dare lavoro alla gente”, ha detto Bersani alla registrazione di “Porta a Porta”.

Parlando del problema della disoccupazione nell‘Eurozona, oggi Juncker in un‘audizione all‘Europarlamento ha ricordato la promessa, in occasione dell‘introduzione dell‘euro, che avrebbe avuto effetti positivi anche sugli equilibri sociali, e ha rilanciato l‘idea di un salario minimo.

Bersani ha aggiunto che “questo risanamento dei conti, l‘assorbimento del debito pubblico, deve prendere una dinamica di medio periodo, a fronte dell‘immediata esigenza di dare spazio agli investimenti e al lavoro”.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below