Elezioni, in sondaggio Ispo Pd 32%, Pdl 17%, Monti 10%, astenuti 19%

giovedì 10 gennaio 2013 18:57
 

ROMA (Reuters) - Centrosinistra al 38%, centrodestra al 26%, centro al 15%, ma soprattutto la percentuale degli indecisi e astenuti che per la prima volta negli ultimi mesi si riduce al 19&.

Sono questi i risultati di un nuovo sondaggio sulle intenzioni di voto realizzato dall'Ispo, presentato da Renato Mannheimer nel corso della trasmissione Porta a Porta di ieri sera su RaiUno.

I dati mostrano un Pd al 32,2%: con l'apporto di Sel (4,4%), Psi (0,9%) e Centro democratico, la nuova formazione guidata dai fuoriusciti dell'Idv (0,5%), la coalizione si attesterebbe attorno al 38%.

Rimarrebbe invece al 26,7% la coalizione di centrodestra guidata dal Pdl al 17,5%. A contribuire al risultato il 4,4% della Lega Nord, l'1,7% de La Destra e l'1,1% di Fratelli d'Italia (Meloni-Crosetto) a cui si dovrebbero aggiungere circa un 2% di voti divisi tra gli altri partiti di centrodestra a partire da Grande Sud, Repubblicani e Intesa Popolare.

Si riduce considerevolmente il partito degli indecisi e degli astenuti che Mannheimer dà al 19%, mentre cresce l'area del centro che con il 9,8% di Scelta civica con Monti (che include anche Montezemolo) e le forze portate dall'Udc di Pier Ferdinando Casini (4,1%) e il Fli di Gianfranco Fini (1,2%) si porta in tutto al 15,1%.

Scende così al quarto posto il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo che viaggia attorno al 13,2%. La lista arancione di Antonio Ingroia raggiunge il 4%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Elettori alle urne. REUTERS/Giampiero Sposito