Calcio-scommesse, chiusura indagini a Bari, 4 partite nel mirino

mercoledì 9 gennaio 2013 17:40
 

BARI (Reuters) - La Procura di Bari ha emesso avvisi di chiusura indagine a carico di 30 persone nell'ambito dell'inchiesta sul calcio-scommesse. Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Delle 30 persone indagate con l'accusa di concorso in frode sportiva, 27 sono calciatori, alcuni in attività in serie A, come Jean François Gillet, Andrea Masiello, Alessandro Parisi e Nicola Belmonte.

Quattro le partite al centro delle indagini della Procura pugliese: Salernitana-Bari di serie B conclusasi 3-2, Bari-Treviso, sempre di B, terminata 0-1, Palermo-Bari di serie A terminata 2-1 e Bari-Sampdoria finita 0-1, sempre di A.

Il pm Ciro Angelillis ha chiesto invece l'archiviazione per 27 persone tra cui Andrea Ranocchia, difensore dell'Inter e della Nazionale.

Quasi tutti gli indagati sono ex giocatori del Bari che nel 2008, 2009 e 2010 avrebbero "venduto" le partite alle squadre avversarie.

L'indagine dei magistrati baresi è stata aperta un paio di anni fa in seguito alla trasmissione di atti da parte dei colleghi di Cremona, città da cui è partita la nuova inchiesta sul calcio-scommesse.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
L'ex portiere del Bari Jean Francois Gillet, durante una partita con la maglia del Bologna nel marzo 2012. REUTERS/Max Rossi