Sondaggi, per Piepoli Monti raddoppia consensi ma danneggia Udc e Fli

martedì 8 gennaio 2013 15:44
 

ROMA (Reuters) - Balzo della Lista civica con Monti per l'Italia che in una settimana passa dal 4 all'8%, erodendo però voti sia all'Udc sia al Pdl: per metà del valore dunque è una partita di giro.

E' il dato principale del sondaggio realizzato da Nicola Piepoli lunedì 7 gennaio per Affaritaliani.

Per quel che riguarda gli altri raggruppamenti politici, il Pd è invariato al 33%, così come Sel al 6%. I Socialisti di Nencini e Centro Democratico di Tabacci e Donadi valgono l'1%. Totale della coalizione 41%, rispetto al 42 del 31 dicembre 2012, calo motivato dalla contrazione delle formazioni minori.

In netto calo il Pdl, che in una settimana ha perso ben due punti percentuali scendendo dal 17 al 15%. Stabile al 6 la Lega Nord, nonostante l'accordo con il Pdl di Berlusconi e Alfano. Fermi al 2% sia Fratelli d'Italia di La Russa-Meloni-Crosetto sia Intesa Popolare. Gli altri di Centrodestra crescono dal 3 al 4%. Totale del Centrodestra in calo dal 30 al 29%.

Gli ultimi sette giorni hanno registrato invece, come dicevamo, un forte rialzo della Lista civica con Monti per l'Italia dopo la presentazione ufficiale di lista e simbolo, che ha raddoppiato i consensi passando dal 4 all'8%. Ma la formazione del premier, oltre ad aver eroso voti ai due principali schieramenti, ha penalizzato anche l'Udc (dal 6 al 5%) e Fli (dal 2 all'1%). Totale della coalizione di Centro dal 12 al 14% in sette giorni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia