8 gennaio 2013 / 09:08 / 5 anni fa

Tasso disoccupazione fermo a novembre, male giovani

Disoccupati in fila all'ufficio di collocamento. REUTERS/Susana Vera

MILANO/ROMA (Reuters) - E’ stabile sui livelli di ottobre - peraltro record da inizio serie - il tasso di disoccupazione italiana nel mese di novembre.

Pari a 11,1%, la rilevazione mensile provvisoria Istat è di un decimo inferiore al consensus Reuters, la cui mediana indicava 11,2%, e da confrontare con l‘11,8% Eurostat - valore in linea alle attese e nuovo massimo storico per i diciassette paesi euro dopo l‘11,7% di ottobre.

Tornando all‘Italia, il singolo mese di novembre segnala una nuova contrazione nel numero degli occupati: 42.000 posti di lavoro persi rispetto a ottobre e 37.000 a perimentro annuo.

Aumenta intanto di 39.000 unità la categoria degli ‘inattivi’, non considerati parte della forza lavoro.

“L‘effetto del rallentamento economico continua a tresferirsi sul mercato occupazionale con un picco che si dovrebbe vedere dopo il primo semestre di quest‘anno”, commenta Loredana Federico di UniCredit.

“Nel caso del dato odierno non si traduce in un aumento del tasso di disoccupazione perché si interrompe - a nostro avviso soltanto temporaneamente - la riduzione nel numero degli inattivi” aggiunge.

Una nota dell‘ufficio studi sottolinea la lieve anomalia del mese di novembre spiegando che potrebbe però trattarsi di una variazione erratica come quella di agosto e non di un‘inversione di tendenza.

“Manteniamo per il momento la nostra previsione, secondo cui riprenderà nei prossimi mesi il travaso dalla categoria degli inattivi a quella delle forze lavoro. Unitamente alla perdita di occupazione, questo si tradurrà in un ulteriore aumento del tasso disoccupazione, la cui media d‘anno nel 2013 passerà a 11,5% dal 10,6% del 2012”.

Particolarmente pesante resta la situazione per la categoria dei giovani, con un tasso di disoccupazione al record dall‘inizio delle serie storiche mensili (gennaio 2004) e di quelle trimestrali (quarto trimestre ‘92).

“Il tasso di disoccupazione nella fascia di età 15-24 anni, ovvero l‘incidenza dei giovani disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro, è pari al 37,1%, in aumento di 0,7 punti percentuali rispetto a ottobre e di 5,0 punti su novembre 2011” dice il comunicato Istat.

Sempre dallo spaccato Istat emerge infine che la lieve caduta nel totale dei disoccupati, 2.000 unità in meno rispetto a ottobre, riguarda la sola componente femminile, mentre il tasso di occupazione maschile (66,3%) è il più basso dall‘inizio delle serie storiche trimestrali nel quarto trimestre 1992.

Di seguito i dati destagionalizzati in termini percentuali:

nov 12 ott 12 set 12

Tasso disoccupazione 11,1 11,1 10,8

Tasso occupazione 56,8 56,9 56,9 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below