Google, Ue: decisione Usa non influirà su nostra procedura

venerdì 4 gennaio 2013 14:48
 

BRUXELLES (Reuters) - La decisione delle autorità Usa di concludere l'indagine su eventuali danni arrecati da Google ai rivali attraverso la manipolazione delle ricerche Internet non influirà sull'istruttoria aperta dall'Unione Europea.

"Abbiamo preso nota della decisione della Ftc (Federal Trade Commission), ma non riteniamo abbia implicazioni dirette per la nostra indagine, per le nostre discussioni con Google, che proseguono", ha detto Michael Jennings, portavoce della Commissione Europea.

Ieri le autorità statunitensi hanno chiuso un'indagine sul gigante Internet, che gestisce il più popolare motore di ricerca del mondo.

Altre società Internet, come Microsoft, avevano denunciato una manipolazione da parte di Google dei risultati di ricerca per dare maggiore visibilità ai propri prodotti. Ma l'Ftc ha detto che non ci sono prove sufficienti in proposito.

La Commissione Europea negli ultimi due anni ha indagato su una serie di denunce contro Google, inclusa quella secondo cui avrebbe favorito i propri servizi nei risultati di ricerca.

Google ha presentato delle proposte di accordo alla Commissione a luglio. Lo scorso 18 dicembre il braccio esecutivo dell'Ue ha dato alla società un mese di tempo per presentare proposte dettagliate per risolvere la questione.

Google rischia una multa fino al 10% del suo fatturato, ovvero fino a 4 miliardi di dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il logo di Google accoglie i visitatori alla reception di un ufficio della società. REUTERS/Krishnendu Halder