Siria, nessuna notizia da sei settimane del giornalista Usa rapito

mercoledì 2 gennaio 2013 17:48
 

BEIRUT (Reuters) - Il giornalista americano James Foley è dato per disperso, dopo essere stato rapito da uomini armati non identificati nel nord ovest della Siria sei settimane fa.

Lo riferiscono oggi i suoi familiari, che hanno lanciato una campagna pubblica per riportare a casa il reporter freelance 39enne, dopo il silenzio stampa iniziato col suo rapimento nella provincia di Idlib lo scorso 22 novembre.

Secondo il GlobalPost, un sito per il quale Foley ha lavorato, l'uomo si stava dirigendo verso il confine con la Turchia quando è stato catturato.

Nessun gruppo ha pubblicamente rivendicato il suo rapimento.

Foley è un corrispondente esperto, che ha lavorato in Siria, Afghanistan e Libia, paese dove nell'aprile 2011 venne catturato dalle forze governative e rilasciato dopo 44 giorni.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
James Foley (a destra, con la polo chiara) dopo essere stato rilasciato dal governo libico. REUTERS/Louafi Larbi