Siria, Onu: oltre 60.000 morti nel conflitto

mercoledì 2 gennaio 2013 17:06
 

GINEVRA (Reuters) - Almeno 60.000 persone hanno perso la vita nel conflitto in corso in Siria. Lo ha detto oggi il commissario Onu per i Diritti umani Navi Pillay, citando un "esaustivo" studio commissionato dalle Nazioni Unite.

Per oltre cinque mesi i ricercatori hanno incrociato i dati di sette fonti per compilare una lista di 59.648 persone che risulta siano rimaste uccise tra il 15 marzo 2011 e il 30 novembre 2012.

"Dal momento che non c'è stata una tregua nel conflitto dalla fine di novembre, possiamo ritenere che oltre 60.000 persone siano state uccise fino all'inizio del 2013", ha detto Pillay. "Il numero di vittime è molto più alto di quanto ci aspettassimo, ed è davvero choccante".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Siria, Onu: oltre 60.000 morti nel conflitto. REUTERS/Muzaffar Salman