Voto, Senato approva decreto firme, è legge

venerdì 28 dicembre 2012 15:44
 

ROMA (Reuters) - L'aula del Senato ha dato il via libera al cosiddetto decreto 'firme', che diventa così legge, per ridurre il numero di firme per presentare liste alle elezioni anticipate.

Il testo consente la riduzione a un quarto del numero di sottoscrizioni richieste per le liste elettorali alla luce del voto anticipato al 24 e 25 febrraio 2013, rispetto ad aprile nel caso in cui la legislatura fosse arrivata a scadenza naturale.

Stralciata dal testo la contestata norma che consentiva a chi avesse costituito un gruppo parlamentare entro il 20 dicembre di non dover raccogliere le firme. La norma sembrava cadere a pennello per il gruppo di transfughi dal Pdl - ma alleati a quest'ultimo - che si riuniscono attorno ad Ignazio La Russa. Al Senato, infatti, questo gruppo si è formato proprio il 20 dicembre con 11 senatori provenienti dal Pdl.

Le firme necessarie per partecipare alle elezioni sarebbero a questo punto circa 40.000. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia