Bersani proporrà a direzione Pd di non candidare ministri

venerdì 28 dicembre 2012 14:41
 

ROMA (Reuters) - Il candidato premier del Pd, Pier Luigi Bersani, proporrà alla direzione del partito di non candidare nelle proprie liste nessuno degli attuali ministri.

"Proporrò alla direzione che non siano candidati ministri, anche se questo ci potrà costare qualcosa. Ci vuole un po' di coerenza", ha detto Bersani chi chiedeva di una eventuale candidatura per il Pd di ministri come Fabrizio Barca (Coesione territoriale) o Francesco Profumo (Pubblica istruzione).

Motivando la scelta, nel corso della conferenza stampa per la presentazione della candidatura con il Pd dell'ex procuratore nazionale Antimafia, Pietro Grasso, Bersani ha detto: "Un anno fa abbiamo contribuito alla creazione di un governo di transizione, tecnico, ora non vorrei vedere che questo governo venga sbranato un po' da una parte, un po' da un'altra".

Grasso, da parte sua, ha annunciato di aver presentato le dimissioni da magistrato, dopo oltre 40 anni di servizio. L'ormai ex magistrato sarà candidato come capolista in una regione italiana, ha detto Bersani, ma non in Sicilia. Fonti del Pd dicono che potrebbe presentarsi a Milano.

Il neo-candidato - che non parteciperà alle primarie del Pd per i parlamentari, in programma domani e dopodomani - ha detto che il suo programma sarà quello di "un progetto di rivoluzione del sistema giustizia che va affrontato in modo graduale".

(Roberto Landucci) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani e il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso oggi a Roma, 2012. REUTERS/Tony Gentile