Fiscal cliff, Obama rientra a Washington mentre scadenza si avvicina

giovedì 27 dicembre 2012 16:25
 

WASHINGTON (Reuters) - Il presidente Usa Barack Obama sta rientrando a Washington mentre si avvicina la possibile entrata in vigore del cosiddetto "fiscal cliff".

I mercati in tutto il mondo attendono l'azione di Washington per evitare l'aumento delle tasse agli americani e i tagli automatici alla spesa del governo, che dovrebbero diventare efficaci il mese prossimo e che rischiano di spingere l'economia Usa in recessione.

Ma quest'azione, in ogni caso, è lontana dall'essere certa, con Repubblicani e Democratici che insistono che debba essere la parte avversa a muoversi per prima, continuando così a rimanere in stallo.

L'Air Force One con a bordo Obama è decollato dalle Hawaii alle 10 ora italiana per un viaggio che potrebbe durare mezza giornata a causa del maltempo.

Il Senato Usa - a maggioranza democratica - dovrebbe incontrarsi in giornata ma non su questioni legate al fiscal cliff.

Ieri, il leader dei democratici in Senato Harry Reid ha detto tramite il suo portavoce che il Senato è pronto a prendere in considerazione qualsiasi proposta arrivi dalla Camera ma che non assumerà azioni di propria iniziativa.

Dal canto suo, lo speaker repubblicano della Camera John Boehner, che ieri con altri colleghi di partito ha detto di voler considerare misure sul fiscal cliff solo dopo un'azione del Senato, ha in programma per oggi un conference call con i membri repubblicani della Camera.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama in partenza da Honolulu, Hawaii. REUTERS/Larry Downing