Fondi Pdl Lazio, concessi i domiciliari a ex capogruppo Fiorito

giovedì 27 dicembre 2012 13:30
 

ROMA (Reuters) - L'ex capogruppo del Pdl alla regione Lazio, Franco Fiorito, ha ottenuto questa mattina gli arresti domiciliari, secondo quanto riferito da fonti giudiziarie.

L'uomo politico, per il quale secondo i giudici non esiste più pericolo di reiterazione del reato né d'inquinamento delle prove, potrà risiedere ad Anagni, città in cui vive e di cui è stato sindaco.

Fiorito era in carcere dal 2 ottobre scorso, dopo essere stato arrestato con l'accusa di peculato per aver sottratto circa un milione e 300 mila euro dei fondi destinati al partito.

A concedere i domiciliari, aggiungono le fonti, è stato il gip Stefano Aprile che ha così accolto una richiesta della difesa.

Fiorito, il cui processo doveva iniziare il prossimo 19 marzo, ha chiesto ora il rito abbreviato, e la data dell'udienza non è stata ancora fissata, hanno riferito le fonti.

Due collaboratori dell'ex capogruppo, indagati per lo stesso reato, hanno invece chiesto oggi il patteggiamento. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia