Giappone, premier Abe promette coraggiose manovre fiscali, monetarie

giovedì 27 dicembre 2012 09:47
 

TOKYO (Reuters) - Il nuovo primo ministro del Giappone, Shinzo Abe, promette aggressive politiche monetarie e fiscali per combattere la deflazione e rendere più competitivi i prodotti giapponesi destinati all'esportazione.

"Con la forza del mio intero gabinetto, porterò avanti coraggiose politiche monetarie, una flessibile politica fiscale e una strategia di rilancio della crescita che incoraggi gli investimenti privati", ha detto Abe ieri dopo che il Parlamento lo ha votato settimo Capo di governo in sei anni.

Sui mercati valutari lo yen reagisce alle linee programmatiche del premier scendendo ai minimi di oltre due anni contro il dollaro e, rispetto all'euro, al livello più basso da 16 mesi mesi a questa parte. Pesano anche le parole di Taro Aso, ministro delle Finanze, che ha annunciato emissioni di titoli sovrani sopra i 44.000 miliardi di yen (519 miliardi di dollari). Positivo anche il mercato azionario, con l'indice Nikkei che ha chiuso la seduta toccando il livello più alto da 21 mesi.

Falco in materia di sicurezza, il cinquattottenne Abe ha riportato al potere il Partito liberal democratico (Ldp) tre anni dopo la bruciante sconfitta subita per mano del Partito democratico giapponese.

Il programma del premier non convince però chi ritiene che il Giappone abbia bisogno di riforme strutturali per far fronte all'invecchiamento della popolazione e rendere sostenibile uno scricchiolante sistema di welfare.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il premier giapponese Shinzo Abe. REUTERS/Toru Hanai